giovedì 8 marzo 2012

'Africae munus'. Vescovi della regione centrale: l'impegno nella nuova evangelizzazione viene raccomandato da Benedetto XVI nel documento

Portare avanti il piano pastorale elaborato lo scorso anno alla luce dell’Esortazione Apostolica post-sinodale "Africae munus": è l’obiettivo principale dei vescovi dell’Associazione delle Conferenze Episcopali della regione dell’Africa centrale (Acerac) che si sono riuniti a Brazzaville, nella Repubblica del Congo. Vi hanno preso parte, riferisce il portale Lasemaineafricaine.com, i presidenti delle Conferenze Episcopali di Gabon, Ciad, Camerun, Guinea Equatoriale e Congo. Tra gli argomenti discussi dai presuli il lancio del sito internet , il lavoro delle commissioni episcopali, i canali di diffusione di "Africae munus", la fusione Acerac-Aceac, il Simposio Sceam-Ccee e ancora la costruzione della sede dell’Acerac a Brazzaville. Circa la missione della Chiesa, il presidente dell’Acerac mons. Louis Portella Mbuyu, vescovo di Kinkala, ha ricordato che anche nell’Africa centrale c’è da preoccuparsi anzitutto dell’annuncio a tutti della Buona Novella, vocazione primaria della Chiesa. Il presule ha aggiunto che l’impegno nell’evangelizzazione è anche ciò che raccomanda Benedetto XVI in "Africae munus", sottolineando che la Chiesa deve essere in particolare presente là dove l’umanità conosce la sofferenza e che inoltre deve farsi eco del grido silenzioso degli innocenti perseguitati o dei popoli i cui governi ipotecano il presente e il futuro privilegiando interessi personali. Durante i lavori i vescovi dell’Acerac hanno infine parlato delle problematiche sociali legate alle attività delle industrie estrattive.

Radio Vaticana
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001