Facoltà teologica del Triveneto ricorda il teologo Luigi Sartori: vedere suo nome ancora una volta vicino a quello di Joseph Ratzinger suo desiderio

La Facoltà teologica del Triveneto ha ricordato ieri, a cinque anni dalla morte, il teologo Luigi Sartori con un atto accademico a Padova, in cui sono state presentate alcune “Annotazioni” sul volume “Salvezza cristiana e storia degli uomini. Joseph Ratzinger con Luigi Sartori tra i teologi triveneti (1975-1976)”, curato da Roberto Tura. “Le relazioni pubblicate nel volume, che sono state pronunciate nel 1975-76 durante i convegni dei teologi triveneti a Roana - ha detto il preside della Facoltà Andrea Toniolo - toccano temi rilevanti per il nostro tempo: natura, rivelazione, storia universale, concetti che Benedetto XVI continua a riprendere nei suoi discorsi”. Giampietro Ziviani, docente di ecclesiologia, ha ricordato l’incontro tra il teologo padovano e Joseph Ratzinger, a quel tempo decano e vicerettore dell’Università di Regensburg. Fu un incontro che restò dentro a entrambi, tanto che, come ha raccontato il vicario generale della diocesi di Padova, mons. Paolo Doni, nell’Udienza di mercoledì scorso Benedetto XVI, informato della pubblicazione del libro e dell’atto accademico della Facoltà, ha affermato: “Ricordo bene i convegni di Roana”. Roberto Tura ha spiegato perché ha messo insieme pagine e persone: “Per esaudire uno degli ultimi desideri di Luigi Sartori: vedere il suo nome ancora una volta vicino a quello di Joseph Ratzinger”.

SIR

Commenti