Anno della fede. Mons. Li: ciò che ci dice il Papa oggi, domani sarà un prezioso deposito della fede. Approfondiamolo, applichiamolo e diffondiamolo

Mons. Lucas Li Jing Feng, vescovo novantenne della diocesi di Feng Xiang nella provincia dello Shaan Xi della Cina continentale, ha raccomandato ai suoi sacerdoti e ai fedeli: “Seguiamo costantemente gli insegnamenti della Lettera Apostolica 'Porta Fidei' e la Nota della Congregazione per la Dottrina della Fede con le indicazioni pastorali per l’Anno della fede, per vivere l’Anno della fede voluto da Papa Benedetto VXI. E prendete i documenti del Concilio Vaticano II e il Catechismo della Chiesa Cattolica come migliore strumento per capire bene il Motu Proprio 'Porta Fidei' del Papa e la Nota”. Secondo quanto riferito all’agenzia Fides da Faith dell’He Bei, il vescovo ha esortato i suoi sacerdoti durante l’incontro formativo in preparazione all’Anno della fede, che avrà inizio l’11 ottobre 2012. Secondo l’anziano vescovo, lucido nella mente e saldo nella fede, “ciò che ci ha detto il Papa oggi, domani sarà per noi un prezioso deposito della fede. Quindi abbiamo l’obbligo di approfondirlo, applicarlo e diffonderlo… Avete la responsabilità di far sapere ai fedeli che l’Anno della fede è una ispirazione dello Spirito Santo al Papa, è un modo attraverso cui lo Spirito Santo guida la Chiesa”. Inoltre mons. Li ha chiesto ai sacerdoti di individuare i problemi della vita di fede dei fedeli e di elaborare un progetto pastorale adeguato, perchè “i fedeli possano vivere meglio l’Anno della fede offrendo una testimonianza viva della fede”. La diocesi di Feng Xiang è suddivisa in 4 decanati e 30 parrocchie, conta oltre 20.000 fedeli, 38 sacerdoti (di cui 18 religiosi) e 60 religiose che appartengono a 3 congregazioni femminili (Francescane Missionarie di Maria, Suore del Sacro Cuore e Piccole Sorelle di Santa Teresa). La diocesi nasce come missione francescana e ancora oggi i devoti del Santo di Assisi continuano ad animare la vita diocesana. Nella diocesi ci sono due Santuari mariani e un cimitero per i sacerdoti cattolici. La diocesi gestisce anche diversi enti di servizio sociale come cliniche ed orfanotrofi.

Fides

Commenti