Il Papa nomina mons. Antoine Camilleri sotto-segretario per i rapporti con gli Stati, al posto di mons. Ettore Balestrero nominato nunzio apostolico in Colombia

Il Santo Padre Benedetto XVI ha nominato sotto-segretario della sezione per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato mons. Antoine Camilleri, consigliere di Nunziatura presso la medesima Sezione per i Rapporti con gli Stati. Mons. Camilleri, ordinato sacerdote a Malta e laureato in Giurisprudenza e in Diritto canonico, prenderà il posto di mons. Ettore Balestrero, nominato oggi nunzio apostolico in Colombia dopo aver ricoperto l’incarico di sotto-segretario dal 17 agosto 2009. Mons. Camilleri è entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 9 gennaio 1999, prestando la propria opera presso le Rappresentanze Pontificie in Papua Nuova Guinea, Uganda e Cuba. Stretto collaboratore del cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone, Balestrero ha curato negli ultimi anni i rapporti con lo Ior ed è considerato uno dei personaggi più in vista nei vertici vaticani. Raffinato diplomatico, cresciuto alla scuola del card. Giuseppe Siri, Balestrero parla cinque lingue. Negli anni del Pontificato di Papa Ratzinger ha avuto alcuni dei ruoli più operativi nella curia romana e nel verti della Segreteria di Stato, curando in particolare i rapporti con gli Stati esteri. La nomina, per quanto destinata a fare rumore e letto come un allontanamento da Roma a pochi giorni dal conclave, è comunque una vera promozione. Va infatti in Colombia a dirigere una importante istituzione ecclesiastica e con il rango più alto di nunzio. Ma questo non contribuirà certo a placare le polemiche per uno spostamento a cinque giorni dalla fine del Pontificato di Benedetto XVI e con il nome di Balestrero che emerge nelle ricostruzioni delle vicende degli intrighi in Vaticano nella parte legata agli scandali dello Ior.

SIR, La Repubblica.it

RINUNCE E NOMINE (CONTINUAZIONE)

Commenti