Presentato al Papa l'Annuario Pontificio 2012: cattolici crescono in Africa e Asia, calano in Europa e America latina. Aumentano vescovi e seminaristi

E’ stato presentato questa mattina a Papa Benedetto XVI l’Annuario Pontificio 2012, curato da mons. Vittorio Formenti, incaricato dell’Ufficio Centrale di Statistica della Chiesa, dal prof. Enrico Nenna e dagli altri collaboratori. Contestualmente è stato presentato anche l’"Annuarium Statisticum Ecclesiae". Presenti il cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone e mons. Angelo Becciu, sostituto alla Segreteria di Stato per gli Affari Generali. "Il Santo Padre - ha riferito la Sala Stampa della Santa Sede - ha ringraziato per l'omaggio, mostrando vivo interesse per i dati illustrati e pregando di esprimere l'attestazione della Sua sentita gratitudine a tutti coloro che hanno collaborato alla nuova edizione dell'Annuario", prossimamente disponibile nelle librerie. I cattolici nel mondo sono circa 1 miliardo 196 milioni, con un aumento di fedeli pari all’1,3% (i dati statistici prendono in esame il periodo dal 2009 al 2010) e una presenza mondiale che rimane stabile attorno al 17,5%. Il primo dato significativo ci dice che diminuiscono nell’America Meridionale (da 28,54 a 28,34 per cento) e soprattutto in Europa (da 24,05 a 23,83 per cento) e aumentano nell’Africa (da 15,15 a 15,55 per cento) e nell’Asia Sud Orientale (da 10,41 a10,87 per cento).Crescono i vescovi (da 5.065 a 5.104), in particolare in Africa (+16 nuovi vescovi), America (+15) e Asia (+12), mentre una lieve flessione si è manifestata in Europa (da 1.607 a 1.606) e in Oceania (da 132 a 129). Prosegue anche la tendenza alla crescita del numero dei sacerdoti, che ha avuto inizio dal 2000: si parla di oltre 412 mila sacerdoti (277.009 diocesani, 135.227 religiosi) con un incremento di 1.643 unità. L’aumento riguarda l’Asia (con +1.695 sacerdoti), l’Africa (con +761), l’Oceania (con +52) e l’America (con +40 unità), mentre si registra un netto calo in Europa (-905 sacerdoti). Continua a crescere (+3,7%) il numero dei diaconi permanenti, sia diocesani sia religiosi, passando da 38.155 a 39.564. I diaconi permanenti sono presenti soprattutto in America del Nord e in Europa con una quota relativa al totale mondiale rispettivamente del 64,3% e di 33,2%.Tornano a crescere i religiosi professi non sacerdoti: nel 2009 erano 54.229, nel 2010 hanno raggiunto il numero di 54.665. In netto calo in America del Sud (3,5%) e in America del Nord (0,9%), sono stazionari in Europa; i religiosi professi aumentano in Asia (+4,1%), dove accrescono la propria quota sul totale mondiale, e in Africa (+3,1%).Diminuiscono in modo consistente le religiose professe passando da 729.371 a 721.935. Il calo ha riguardato tre continenti (Europa, America e Oceania), con variazioni negative anche di rilievo (-2,9% in Europa, -2,6% in Oceania e -1,6% in America). In Africa e in Asia, invece, l’incremento è stato decisamente significativo, attorno al 2% per entrambi i continenti. In costante crescita nell’ultimo quinquennio (+4%) il numero degli studenti di filosofia o di teologia nei seminari diocesani o religiosi: passano dalle 114.439 unità del 2005 alle 118.990 del 2010. In diminuzione in Europa (-10,4%) e in America (-1,1%), i seminaristi maggiori aumentano in Africa (+14,2%), in Asia (+13,0%) e in Oceania (+12,3%). Nel 2011 sono state erette dal Papa 8 nuove sedi vescovili, 1 Ordinariato Personale e 1 Ordinariato Militare; sono state elevate: 1 arcidiocesi e 8 diocesi a sedi metropolitane, 1 prelatura, 1 vicariato apostolico e 1 Prefettura Apostolica a diocesi, 1 Missione "sui iuris" a Prefettura Apostolica. Il complesso lavoro di stampa di entrambi i volumi è stato curato da don Sergio Pellini, da Antonio Maggiotto e Giuseppe Canesso, rispettivamente direttore generale, direttore commerciale e direttore tecnico della Tipografia Vaticana.

Radio Vaticana

PRESENTAZIONE DELL’ANNUARIO PONTIFICIO 2012

Commenti