Il Papa: sentimenti di sincera stima e di vivo apprezzamento, che quest’anno vogliono essere ancora più intensi ed affettuosi, a tutti i componenti della Gendarmeria dello Stato del Vaticano

"Spiritualmente presente alla Festa della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano, desidero esprimere sentimenti di sincera stima e di vivo apprezzamento, che quest’anno vogliono essere ancora più intensi ed affettuosi, a tutti i componenti del Corpo, rinnovando a ciascuno la mia cordiale riconoscenza per la fedeltà, la passione e lo spirito di sacrificio con cui prestano il loro generoso servizio al successore di Pietro, assicurando inoltre la tutela dell’ordine pubblico e la sicurezza di quanti risiedono o giungono quotidianamente in Vaticano". Lo afferma il messaggio del Papa per la Festa della Gendarmeria che si è svolta ieri pomeriggio in Vaticano. Nel messaggio, letto da mons. Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, si incoraggia "il comandante, il cappellano, i dirigenti, i commissari, gli ispettori ed ogni singolo gendarme a proseguire con serenità e fiducia nel solco della lunga e benemerita tradizione segnata dall’esemplare diligenza di tanti vostri colleghi, che hanno dato testimonianza di adesione ai più alti ideali, in conformità allo spirito evangelico - continua il testo - Con tali voti, invoco la materna protezione della Vergine Santa e del Patrono San Michele Arcangelo e di cuore invio a Lei, Signor cardinale, a Lei, Signor comandante, e all’intera Gendarmeria con i rispettivi familiari, una speciale e paterna Benedizione Apostolica che volentieri estendo alle autorità ecclesiastiche, civili e militari, e ai presenti tutti alla solenne cerimonia".

Radio Vaticana

Commenti