lunedì 17 dicembre 2012

Udienza del Papa al presidente dell’Autorità Palestinese: il riconoscimento del Paese all’Onu incoraggi l’impegno della comunità internazionale per una soluzione giusta e duratura del conflitto, riprendendo in buona fede il negoziato tra le parti

Stamani Benedetto XVI ha ricevuto in udienza, nel Palazzo Apostolico in Vaticano, Mahmoud Abbas, presidente dell’Autorità Palestinese, che poi ha incontrato il cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone, accompagnato da mons. Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati. “Nel corso dei cordiali colloqui – riferisce un comunicato della Sala Stampa vaticana - si è fatto riferimento alla recente risoluzione approvata dall’Assemblea Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite con la quale si riconosce la Palestina come Stato Osservatore non membro della suddetta Organizzazione. Si è auspicato che tale iniziativa incoraggi l’impegno della comunità internazionale per una soluzione giusta e duratura del conflitto israelo-palestinese, che potrà raggiungersi solo riprendendo in buona fede il negoziato tra le Parti, nel rispetto dei diritti di tutti. Ci si è soffermati poi sulla situazione della Regione, travagliata da tanti conflitti, auspicando il coraggio della riconciliazione e della pace. Non è mancato, infine, un riferimento al contributo che le comunità cristiane offrono al bene comune della società nei Territori Palestinesi e in tutto il Medio Oriente”. E' durato circa 25 minuti il colloquio fra Benedetto XVI e Abu Mazen, che era accompagnato da una delegazione di 8 persone. Il colloquio privato è avvenuto alla presenza di un interprete. Il Papa ha dato al presidente il benvenuto in inglese. Il leader palestinese ha donato al Pontefice un mosaico raffigurante il Santo Sepolcro che nella parte alta recava la scritta: ''Abu Mazen, presidente dello Stato di Palestina''. Una espressione che non ha nulla di ufficiale ed è la prima volta che viene usata per un dono al Papa. Nella definizione ufficiale dell'incontro infatti si paròa di "presidente dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina". Abu Mazen sta compiendo un viaggio in diverse capitali del mondo per ringraziare quanti hanno dato il sostegno al recente voto dell'Onu con il quale la Palestina ha ricevuto lo status di Stato osservatore.  Nei saluti il Papa e Abu Mazen hanno dialogato in inglese. ''Benvenuto, è bello rivederla'', ha detto il Pontefice. ''Sono molto felice di incontrarla ancora'', ha risposto il presidente palestinese. Si tratta infatti del sesto incontro fra Benedetto XVI a Abu Mazen, il quinto in Vaticano, mentre nel maggio 2009 i due si erano visti a Betlemme, durante il pellegrinaggio del Papa in Terra Santa.

Radio Vaticana, Korazym.org

COMUNICATO DELLA SALA STAMPA: UDIENZA AL PRESIDENTE DELL’AUTORITÀ PALESTINESE
 

Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001