Benedetto XVI: tra due giorni sarò in Libano, domando a Dio di dare a questa regione la pace così desiderata nel rispetto delle legittime differenze

Appello del Papa, pronunciato in francese, a conclusione dell'Udienza generale in Vaticano, alla vigilia del viaggio che compirà in Libano da venerdì a domenica. "Cari pellegrini tra due giorni sarò in volo per il Libano. Mi felicito di questo viaggio che mi permetterà di incontrare molte componenti della comunità libanese, autorità civili e religiose, cattolici dei diversi riti e altri cristiani, musulmani e drusi". Il Papa ha esortato "tutti i cristiani del Medio Oriente ad essere costruttori di pace e attori di riconciliazione. Domandiamo a Dio di fortificare la fede dei cristiani del Libano e del Medio Oriente e riempirli di speranza. Incoraggio l'insieme della Chiesa alla solidarietà affinché possano continuare e testimoiare Dio in questa terra". Il Papa ha sottolineato che "la storia del Medio Oriente ci insegna il ruolo importante e spesso fondamentale svolto dalle diverse comunità cristiane nel dialogo interrlieigoso e interculturale. Domando a Dio di dare a questa regione del mondo la pace così desiderata nel rispetto delle legittime differenze. Che Dio benedica il Libano e il Medio Oriente". Anche nei saluti in italiano Benedetto XVI ha fatto riferimento al viaggio: “Vorrei invitare tutti ad accompagnare con la preghiera il mio imminente viaggio apostolico in Libano, durante il quale consegnerò l’Esortazione postsinodale sul Medio Oriente. Possa questa visita incoraggiare i cristiani e favorire la pace e la fraternità in tutta quella Regione”.

TMNews, Radio Vaticana

Commenti