Il Papa a Loreto. Conferenza stampa di presentazione della visita: previste 5mila persone solo nella piazza del Santuario per la Messa della mattina

La notizia è stata resa pubblica questa mattina in una conferenza stampa a palazzo Raffaello, ad Ancona, presso la sede della Regione Marche. L'evento è stato presentato in primis dal delegato pontificio di Loreto mons. Giovanni Tonucci, sono poi intervenuti il Governatore Gian Mario Spacca e il sindaco di Loreto Paolo Nicoletti. Il prossimo 4 ottobre dunque, in occasione del 50° anniversario dello storico pellegrinaggio apostolico del Beato Giovanni XXIII a Loreto ed Assisi il 4 ottobre 1962, il Santo Padre sarà a Loreto. Il programma prevede l'arrivo di Benedetto XVI in elicottero presso il centro Giovanni Paolo II, in località Montorso alle 10.00. Sarà accolto e accompagnato in auto presso il Santuario Lauretano e alle 11.00 celebrerà la Santa Messa, che si terrà in piazza della Madonna (foto) e che sarà trasmessa in eurovisione, insieme al segretario di Stato card. Tarcisio Bertone, a mons. Salvatore Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, e a mons. Nikola Eterovic, segretario generale del Sinodo dei vescovi. Dopo la Messa, il Santo Padre tornerà al centro Giovanni Paolo II dove si intratterrà con i cardinali e i vescovi presenti. Intorno alle 16.45 il Papa saluterà e ringrazierà gli organizzatori dell'evento, congedandosi dalle autorità. La partenza per tornare a Roma è prevista per le 17.00. Questo evento, che cade nel giorno della festa di San Francesco d'Assisi, rappresenta un momento importante per la storia della Chiesa e dei suoi fedeli perché celebra il pellegrinaggio in treno da Roma a Loreto fatto da Papa Giovanni XXIII nell'ottobre del 1962, al fine di chiedere protezione alla Madonna e San Francesco per il suo Concilio: il Concilio vaticano II, da lui indetto. Un evento che suscita grande interesse teologico, “la Chiesa riflette sulla Chiesa – ha dichiarato mons. Tonucci – ripetendo il gesto di Papa Roncalli, questo pellegrinaggio vuole rinnovare l’impegno a riflettere sulla nuova evangelizzazione”. Forte anche il valore storico dell’avvenimento: “Il viaggio verso le Marche di Papa Roncalli fu la prima uscita fuori dai confini del Lazio di un Pontefice dopo l’Unità d’Italia, inaugurando una nuova stagione e un nuovo stile dei successori di Pietro. E’ un’occasione simbolica per ribadire la volontà di mantenere rapporti fecondi e piena collaborazione tra istituzioni laiche e religiose”. Tonucci ha ricordato come Papa Ratzinger sia venuto in pellegrinaggio a Loreto ben 7 volte da cardinale e questa sarà la seconda come Papa. Questo testimonia la sua convinzione, spirituale e teologica, sul culto della Madonna e il legame che c'è tra la città di Loreto, il suo santuario e la Chiesa, ne è una riprova. Nessun fanatismo per un momento come questo, sarà un momento per esprimere solo l'affetto dei fedeli e dei cittadini, infatti il delegato pontificio ha invitato i fedeli e i pellegrini alla partecipazione. In particolare i residenti che abitano nelle vie principali che conducono alla piazza del Santuario, sono stati esortati ad abbellire i balconi con decorazione tradizionali, quali ad esempio le coperte buone della casa. Il sindaco Nicoletti ha espresso grande gioia a nome della città “che vede riconfermato il legame intimo con il Santo Padre”. Il Governatore regionale Spacca ha ribadito l'importanza dell'evento e ha precisato che, sotto il profilo tecnico e gestionale, non sarà considerato un "grande evento", ma saranno impegnati molti uomini perché richiamerà una moltitudine di persone: se ne prevedono 5mila nella sola piazza della Madonna di Loreto.

Ancona Today, Ancona Notizie

Commenti