Lombardi: ferma condanna dei tragici attentati che hanno insanguinato le strade di Damasco. La commossa vicinanza del Papa e della comunità cattolica

“Davanti ai tragici attentati che ieri hanno insanguinato le strade di Damasco non si può che esprimere una ferma condanna e la commossa vicinanza del Santo Padre e della comunità cattolica alle famiglie delle vittime”. Così inizia la dichiarazione di padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana, all’indomani della nuova strage avvenuta ieri a Damasco. “Questi attentati - aggiunge padre Lombardi - dovrebbero spingere tutti ad operare una svolta per un rafforzato impegno nel dare attuazione al Piano Annan, che è stato accettato dalle parti in conflitto. Gli attentati di ieri attestano inoltre che la situazione in Siria richiede un impegno congiunto e deciso da parte di tutta la comunità internazionale perché si ponga in atto quel Piano e al più presto siano inviati altri Osservatori. È sempre più attuale l’appello formulato dal Santo Padre il giorno di Pasqua: Occorre intraprendere senza indugio ‘la via del rispetto, del dialogo e della riconciliazione’”.

SIR

DICHIARAZIONE DEL DIRETTORE DELLA SALA STAMPA DELLA SANTA SEDE, PADRE FEDERICO LOMBARDI, A RIGUARDO DEGLI ATTENTATI DI IERI IN SIRIA

Commenti